Advanced Sistem Cleaner v1.8.1

Ovvero dare ossigeno al nostro computer

Capita dalle volte che Xp il Sistema operativo incomincia a dare i numeri.Nel senso che da dei problemi uno dopo l´altro.Certe volte per fare diverse operazioni Tipo fare pulizia del registro,deframmentarlo,eliminare i doppi file che non fanno altro che occupare spazio inutilmente,eliminare i Junk file.analizzare il disco, disinstallare le applicazioni che non servono insomma abbiamo bisogno di tanti software, e di tempo molto. Con Advanced Sistem Cleaner v1.8.1 ci aiuta a fare tutto questo avendo tutto a portata di mano in seguito vedrete come

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

dopo aver installato il

 programma  vi appare questa schermata

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iniziamo ad analizzare il Disco

partiamo con la sezione A-Z

poi la sezione opposta la Z-A

di seguito la sezione O-9

ed infine la sezione 9-O

Eliminiamo le applicazzioni che non ci servono

Andiamo ha cercare i Junk File scegliamo la partizione

Inizia la ricerca

Ed eccoli qui clicchiamo su Delete per eliminarli

Andiamo ha cercare i doppi file che non ci servono per poi eliminarli perche´ occupano spazio inutilmente

parte la ricerca

ne ha trovati abbastanza clicchiamo delete per eliminarli

Puliamo il Registro

Andiamo ha vedere se ci sono pericoli

Eccone uno un Cavallo di Troia

continuiamo con la scansione

qui ci indica di fare un Beckup prima di eliminare dei file

Il Backup e´fatto con successo

Facciamo un po di pulizia

tutto pulito

Deframmentiamo il Registro

Se ci sono delle applicazioni aperte meglio chiuderle

Finito tutto e okay

La deframmentazione e finita dobbiamo riavviare il Sistema

per proteggere la nostra Privacy mettiamo qualche spunta

Il programma e un trial scade dopo 20 giorni  ilsoftware di prova lo si puo scaricare da Qui
Upnews.it

Annunci

News letter

Subscribe to freesoftware by Email

Pepsky Free CD Maker


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pepsky Free CD Maker

permette con semplicità lacreazione di CD audio da molti

formati audio:  WAV, MP3, WMA, OGG, RA, COV, AU, AIF, ecc Il software

rileva automaticamente il tipo di supporto nell’unità evitando di registrare un

DVD su un CD. E’ possibile aggiungere file MP3 su un disco già esistente

creando delle compilation in multisessione. L’interfaccia utente è molto semplice e sul sito è

presente una esauriente e dettagliata guida per risolvere ogni dubbio

Compatibilità Windows 9X-Me-2000-Xp-Vista

Software house PepStyle International Limited

Data inserimento 26 Aprile 2008
Licenza Freeware
Lingua Inglese
Dimensione file 9,97 Mb
Webmasters,
guadagnate soldi visualizzando dei banner contestuali

Upnews.it

MediaPortal

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MediaPortal e un software Open Source che trasforma
Il nostro PC in un Multimedia-Center progressista. Dove possiamo
Gustarci le nostre collezioni di DvD,Musica,Video e trasmissioni televisive precedentemente registrate, ascoltare la Radio, vedere i propri File, e molto altro ancora.nello stesso sito ci troverete
MediaPortal 2 – Sneak Preview! Per vedere le anteprime e multilingue contiene anche l´italiano Sito del produttore e download QUI

 

Upnews.it

Deezer

 

 

 

 

 

 

 

Oggi vi voglio parlare di un nuovo servizio abbastanza simile, Deezer. Si tratta di un sito veramente fantastico: ci permette di ascoltare online, in modo assolutamente gratuito e legale, migliaia e migliaia di canzoni, e caricare le nostre, per condividerle con chiunque!

Possiamo definirlo una vera e propria miniera di brani: ne troveremo infatti una quantità enorme, di tantissimi generi. Se comunque non troviamo la canzone desiderata, abbiamo la possibilità di richiederla alla community, sempre gentile e disponibile.

Oltre a questo, siamo anche in grado di creare playlist, postare i brani nel nostro blog con un pratico player, inviare quest’ultimi per email ai nostri amici e tanto altro!

Ve lo consiglio vivamente, provatelo!

Il servizio è completamente gratuito, come già detto, la registrazione non è obbligatoria.

Via | Go2web   n

Download  Link

VBScript

Backup automatico di file e cartelle su un’unità rimovibile

  • Backup con VBScript senza utilità di terze parti

Avete mai pensato come potrebbe essere comodo effettuare un backup automatico del contenuto di cartelle specifiche su un’unità rimovibile (un hard disk esterno od una penna USB, ad esempio), non appena questa venga collegata al personal computer?
Ben lungi dal voler proporre una soluzione “definitiva”, illustriamo in quest’articolo una metodologia, semplice da applicare, che non richiede l’impiego di nessuna utilità sviluppata da terze parti.

Teniamo presente da  subito,che lo script .vbs

in grado di effettuare la copia automatizzata delle cartelle indicate può essere ampiamente migliorato. Anzi, vi invitiamo ad inviarci i vostri commenti in merito sottoponendoci proposte di modifica.
Mettendo in pratica i suggerimenti presentati nell’articolo, ogniqualvolta si connetta l’unità disco esterna al sistema in suo, uno script – eseguito in modo automatico – si farà carico di creare una copia di backup delle cartelle specificate, dei file in essi contenuti e di tutte le eventuali sottocartelle. Ogni directory oggetto del backup, verrà automaticamente memorizzata, a sua volta, all’interno di una cartella avente il nome del computer in uso.
In questo modo, collegando l’unità rimovibile al COMPUTER1, le cartelle oggetto del backup verranno salvate nella directory \COMPUTER1; connettendo la periferica al COMPUTER2, le directory indicate saranno invece salvate in \COMPUTER 2

e così via.
Per verificare il nome assegnato al computer che si sta utilizzando, è sufficiente fare clic con il tasto destro del mouse sull’icona Risorse del computer quindi sulla scheda Nome computer.

Nei nostri test abbiamo usato un comunissimo “hard drive case” USB 20 (Sitecom MD-206) installandovi, al suo interno, un disco fisso SATA





 




Dopo aver collegato il disco fisso al personal computer attraverso il cavo USB in dotazione con l'”hard drive case”, abbiamo creato, nella directory radice dell’unità, il seguente file VBScript (backup.vbs):

Dim computername Dim ParentFolder Dim objShell Dim objFolder Set WshNetwork = WScript.CreateObject(“WScript.Network”) computername = WshNetwork.ComputerName Set WshShell = WScript.CreateObject(“WScript.Shell”) Const FOF_CREATEPROGRESSDLG = &H0& Const FOF_NOCONFIRMATION = 16 Const FOF_NOCONFIRMDIRCREATE = 512 ParentFolder = WshShell.CurrentDirectory creadirectory ParentFolder if right(ParentFolder,1)”\” then ParentFolder=ParentFolder&”\” select case computername ‘ modificare inserendo altri computer e le varie cartelle ‘ oggetto del backup: ‘ ——————————————————- case “MIOCOMPUTER” copiafile “d:\documenti”, ParentFolder&computername copiafile “c:\lavori”, ParentFolder&computername copiafile “c:\foto\rossi”, ParentFolder&computername copiafile “C:\prova\test”, ParentFolder&computername ‘ ——————————————————- ‘ fine modifiche end select function creadirectory (nomedirectory) Set objShell = CreateObject(“Shell.Application”) Set objFolder = objShell.NameSpace(nomedirectory) objFolder.NewFolder computername end function function copiafile (sorgente, destinazione) Set objShell = CreateObject(“Shell.Application”) Set objFolder = objShell.NameSpace(destinazione) objFolder.CopyHere sorgente, FOF_CREATEPROGRESSDLG + FOF_NOCONFIRMATION + FOF_NOCONFIRMDIRCREATE end function WScript.Quit

Analizziamo rapidamente il funzionamento dello script. L’istruzione alla riga 6 (computername = WshNetwork.ComputerName

), si occupa di recuperare il nome del computer in uso mentre l’istruzione alla riga 14, la lettera identificativa dell’unità rimovibile.
Successivamente (riga 16) viene invocata una funzione (function creadirectory (nomedirectory)

) che si occupa di creare, nella directory radice dell’unità rimovibile, una cartella alla quale viene assegnato il nome del computer (riga 34) precedentemente rilevato.
Alla riga 17 viene controllato che la lettera identificativa dell’unità rimovibile contenga un “backslash” (barra rovesciata) finale; in caso contario, viene aggiunto.

Il select case alla riga 19, permette di definire un comportamento diverso per ciascun computer al quale l’unità esterna viene collegata.
Nell’esempio (riga 22), lo script VBS – nel caso in cui venga eseguito su un sistema denominato
MIOCOMPUTER – provvede a creare una copia delle cartelle di seguito indicate (righe 23-26) utilizzando la funzione copiafile.
Tale funzione, com’è possibile verificare, riceve in ingresso la cartella contenente i file oggetto del backup e la cartella di destinazione.
L’operazione di copia dei file e delle cartelle avviene (riga 40) usando le preferenze definite mediante l’impiego delle costanti
FOF_CREATEPROGRESSDLG, FOF_NOCONFIRMATION e FOF_NOCONFIRMDIRCREATE (righe 10-12).
Se non si desidera che venga mostrata una finestra di dialogo durante la copia,
FOF_CREATEPROGRESSDLG va impostato a &H4&; viceversa, il valore della costante deve essere posto a &H0&

(riga 10).
Le altre due costanti, invece, permettono, rispettivamente, di non richiedere alcuna conferma in caso di sovrascruttura di file e cartelle né all’atto della creazione di nuove directory.

Le righe 22-26 sono ovviamente liberamente personalizzabili. E’ sufficiente sostituire le cartelle inserite a titolo esemplificativo nel file con quelle oggetto di backup avendo cura di modificare (riga 22) anche il nome del computer.
Aggiungendo una nuova istruzione case “NOMECOMPUTER” dopo la riga 26, quindi specificando, nelle righe seguenti, le directory d’interesse (esempio: copiafile “X:\CARTELLA_ORIGINE”, ParentFolder&computername), è possibile fare in modo che lo script VBS si comporti in modo adeguato ogniqualvolta venga connessio al computer A, B o C.
• Backup con VBScript senza utilità di terze parti
• Avvio del backup automatico

alt=”Upnews.it” />

 
Bookmark and Share


alt=”” border=”0″>

BitLet

Come scaricare i torrent senza aver installato alcun client

15 Set, 2008  |  Scritto da admin  |  in Internet

BitLet.org è un sito che permette di scaricare i file .torrent senza la necessità di aver installato un client Torrent (come Azureus, Utorrent o BitTorrent) sul proprio computer. Per farlo è sufficiente copiare l’indirizzo del file .torrent e premere il pulsante Download Torrent.

bitlet

Un file .torrent è un semplice file, di dimensioni modeste, che può essere pubblicato, ad esempio, su una pagina Web e che serve a scaricare da Internet qualsiasi tipo di file. Per poter scaricare i torrent per prima cosa dobbiamo trovarli, per esempio collegandoci ad un motore di ricerca per torrent come www.mininova.orgwww.btjunkie.orgwww.mybittorrent.comwww.isohunt.com/. Una volta trovato ciò che ci serve clicchiamo con il tasto destro del mouse su Download this torrent e copiamo l’indirizzo.

torrent

Ora non resta altro che incollare l’indirizzo nella pagina di Bitlet e premere Download torrent. A questo punto si apre una finestra che ci chiede in quale percorso vogliamo salvare il nostro file. Selezionamo il download e diamo conferma con OK. Se appare un’altra finestra che ci avvisa che il file è senza firma digitale clicchiamo su OK per proseguire.

down bitlet