VBScript

Backup automatico di file e cartelle su un’unità rimovibile

  • Backup con VBScript senza utilità di terze parti

Avete mai pensato come potrebbe essere comodo effettuare un backup automatico del contenuto di cartelle specifiche su un’unità rimovibile (un hard disk esterno od una penna USB, ad esempio), non appena questa venga collegata al personal computer?
Ben lungi dal voler proporre una soluzione “definitiva”, illustriamo in quest’articolo una metodologia, semplice da applicare, che non richiede l’impiego di nessuna utilità sviluppata da terze parti.

Teniamo presente da  subito,che lo script .vbs

in grado di effettuare la copia automatizzata delle cartelle indicate può essere ampiamente migliorato. Anzi, vi invitiamo ad inviarci i vostri commenti in merito sottoponendoci proposte di modifica.
Mettendo in pratica i suggerimenti presentati nell’articolo, ogniqualvolta si connetta l’unità disco esterna al sistema in suo, uno script – eseguito in modo automatico – si farà carico di creare una copia di backup delle cartelle specificate, dei file in essi contenuti e di tutte le eventuali sottocartelle. Ogni directory oggetto del backup, verrà automaticamente memorizzata, a sua volta, all’interno di una cartella avente il nome del computer in uso.
In questo modo, collegando l’unità rimovibile al COMPUTER1, le cartelle oggetto del backup verranno salvate nella directory \COMPUTER1; connettendo la periferica al COMPUTER2, le directory indicate saranno invece salvate in \COMPUTER 2

e così via.
Per verificare il nome assegnato al computer che si sta utilizzando, è sufficiente fare clic con il tasto destro del mouse sull’icona Risorse del computer quindi sulla scheda Nome computer.

Nei nostri test abbiamo usato un comunissimo “hard drive case” USB 20 (Sitecom MD-206) installandovi, al suo interno, un disco fisso SATA





 




Dopo aver collegato il disco fisso al personal computer attraverso il cavo USB in dotazione con l'”hard drive case”, abbiamo creato, nella directory radice dell’unità, il seguente file VBScript (backup.vbs):

Dim computername Dim ParentFolder Dim objShell Dim objFolder Set WshNetwork = WScript.CreateObject(“WScript.Network”) computername = WshNetwork.ComputerName Set WshShell = WScript.CreateObject(“WScript.Shell”) Const FOF_CREATEPROGRESSDLG = &H0& Const FOF_NOCONFIRMATION = 16 Const FOF_NOCONFIRMDIRCREATE = 512 ParentFolder = WshShell.CurrentDirectory creadirectory ParentFolder if right(ParentFolder,1)”\” then ParentFolder=ParentFolder&”\” select case computername ‘ modificare inserendo altri computer e le varie cartelle ‘ oggetto del backup: ‘ ——————————————————- case “MIOCOMPUTER” copiafile “d:\documenti”, ParentFolder&computername copiafile “c:\lavori”, ParentFolder&computername copiafile “c:\foto\rossi”, ParentFolder&computername copiafile “C:\prova\test”, ParentFolder&computername ‘ ——————————————————- ‘ fine modifiche end select function creadirectory (nomedirectory) Set objShell = CreateObject(“Shell.Application”) Set objFolder = objShell.NameSpace(nomedirectory) objFolder.NewFolder computername end function function copiafile (sorgente, destinazione) Set objShell = CreateObject(“Shell.Application”) Set objFolder = objShell.NameSpace(destinazione) objFolder.CopyHere sorgente, FOF_CREATEPROGRESSDLG + FOF_NOCONFIRMATION + FOF_NOCONFIRMDIRCREATE end function WScript.Quit

Analizziamo rapidamente il funzionamento dello script. L’istruzione alla riga 6 (computername = WshNetwork.ComputerName

), si occupa di recuperare il nome del computer in uso mentre l’istruzione alla riga 14, la lettera identificativa dell’unità rimovibile.
Successivamente (riga 16) viene invocata una funzione (function creadirectory (nomedirectory)

) che si occupa di creare, nella directory radice dell’unità rimovibile, una cartella alla quale viene assegnato il nome del computer (riga 34) precedentemente rilevato.
Alla riga 17 viene controllato che la lettera identificativa dell’unità rimovibile contenga un “backslash” (barra rovesciata) finale; in caso contario, viene aggiunto.

Il select case alla riga 19, permette di definire un comportamento diverso per ciascun computer al quale l’unità esterna viene collegata.
Nell’esempio (riga 22), lo script VBS – nel caso in cui venga eseguito su un sistema denominato
MIOCOMPUTER – provvede a creare una copia delle cartelle di seguito indicate (righe 23-26) utilizzando la funzione copiafile.
Tale funzione, com’è possibile verificare, riceve in ingresso la cartella contenente i file oggetto del backup e la cartella di destinazione.
L’operazione di copia dei file e delle cartelle avviene (riga 40) usando le preferenze definite mediante l’impiego delle costanti
FOF_CREATEPROGRESSDLG, FOF_NOCONFIRMATION e FOF_NOCONFIRMDIRCREATE (righe 10-12).
Se non si desidera che venga mostrata una finestra di dialogo durante la copia,
FOF_CREATEPROGRESSDLG va impostato a &H4&; viceversa, il valore della costante deve essere posto a &H0&

(riga 10).
Le altre due costanti, invece, permettono, rispettivamente, di non richiedere alcuna conferma in caso di sovrascruttura di file e cartelle né all’atto della creazione di nuove directory.

Le righe 22-26 sono ovviamente liberamente personalizzabili. E’ sufficiente sostituire le cartelle inserite a titolo esemplificativo nel file con quelle oggetto di backup avendo cura di modificare (riga 22) anche il nome del computer.
Aggiungendo una nuova istruzione case “NOMECOMPUTER” dopo la riga 26, quindi specificando, nelle righe seguenti, le directory d’interesse (esempio: copiafile “X:\CARTELLA_ORIGINE”, ParentFolder&computername), è possibile fare in modo che lo script VBS si comporti in modo adeguato ogniqualvolta venga connessio al computer A, B o C.
• Backup con VBScript senza utilità di terze parti
• Avvio del backup automatico

alt=”Upnews.it” />

 
Bookmark and Share


alt=”” border=”0″>

Uranium Backup 7

Uranium Backup è uno strumento completo e versatile
per creare copie di sicurezza dei dati personali importanti.
Il software permette una copia diretta con la possibilità di
comprimere i contenuti su dischi locali, dischi di rete, server
NAS, iOmega REV, dischi esterni USB/Firewire/SATA o Pc
connessi alla rete locale.
Il programma è semplice da utilizzare e dispone di un’interfaccia
utente estremamente intuitiva. Tra le novità di questa versione:
esecuzione dell’applicazione come servizio di Windows;
copia dei file bloccati;
opzioni avanzate per l’invio delle notifiche;
installer nuovo;
upload tramite FTP;
inserimento manuale delle esclusione per le cartelle;
migliorata la velocità e la stabilità.
Compatibilità Windows 2000-Xp-Vista
Download FreeSoft
Licenza Freeware
LinguaItaliano
Dimensione file 3,40

Tecnoram Store

Upnews.it

AceBackup

AceBackup: completo software per la creazione di backup

AceBackup è un software gratuito che mette a disposizione una serie di funzionalità generalmente vacanti tra i programmi freeware per la creazione e la gestione di backup.

Tra le possibilità, integrate in AceBacukup e che più spesso invece mancano all’appello, ci sono le funzioni che permettono la memorizzazione degli archivi di backup via FTP, quindi anche su sistemi remoti, e di crittografare i dati impedendo l’accesso ai file da parte di persone non autorizzate।

 

AceBackup supporta l’uso della compressione e si integra con l’interfaccia di Windows.

Una volta completata l’installazione del prodotto ed avviato il programma, per creare un nuovo progetto di backup, è sufficiente cliccare sul menù File, New: il software mostrerà una procedura passo-passo che può essere completata in pochi minuti. Dapprima viene richiesto se si intenda generare un “archivio” od un “backup”: AceBackup distingue, rispettivamente, la procedura di creazione di un file compresso e crittografato da quella che permette il backup periodico di file e cartelle, sullo stesso sistema o su server FTP remoti.

Uno degli aspetti più interessanti di AceBackup consiste anche nella possibilità di avviare una specifica applicazione prima o dopo la creazione del backup। In questo modo, diventa semplice eseguire automaticamente, ad esempio, un’operazione di pulizia del sistema dopo la generazione della copia di backup oppure, ancora, richiedere lo spegnimento del personal computer.

Come secondo passo, è necessario indicare se si desidera crittografare il contenuto dell’archivio di backup. Gli algoritmi proposti sono tre: Rijndael (nelle varianti a 128, 192 e 256 bit), Blowfish (128 bit) e Triple DES (128 bit).Attraverso la stessa finestra, è possibile scegliere il livello di compressione da impiegare.

Il menù a tendina Default action on name collision consente di specificare quale azione il programma deve intraprendere nel caso in cui un archivio di backup, precedentemente generato, contenga file con nomi identici a quelli oggetto di copia. Le alternative proposte sono tre: sostituire i file già presenti nell’archivio di backup (Replace existing files), rimpiazzare solamente i file che risultano essere più vecchi (Update older files only) oppure creare nuove versioni dei file (Create new version).
AceBackup può gestire più versioni degli stessi file consentendo eventualmente il ripristino della versione alla quale si è interessati. La tabella Versions del software mostra, per ciascun file selezionato, tutte le versioni presenti nell’archivio di backup: cliccando su una singola versione e premendo il pulsante Restore, si potrà ripristinare il file nella cartella indicata.

Come destinazione per il file di backup creato, è possibile indicare un percorso locale o di rete (Local directory or LAN drive), un server FTP remoto (FTP server) oppure, ancora, specificare un masterizzatore CD/DVD.

Nella successiva finestra Advanced settings, si può indicare data ed ora in cui il backup deve essere automaticamente effettuato e specificare eventualmente i comandi o le applicazioni da avviare.

 

 

Al termine della procedura passo-passo, il nome del progetto apparirà nel pannello Project folders.A questo punto è indispensabile aggiungere, all’interno della finestra Project folders, i file e le cartelle che debbono essere oggetto di backup: è sufficiente trascinare gli elementi desiderati dall’area Local folders nella zona sottostante.

 

 

Il pulsante Project manager permette di gestire tutti i progetti di backup che via a via vengono creati in AceBackup. Cliccando sul pulsante Process si può avviare immediatamente la procedura di backup oppure di ripristino.

 

 

 

 

L’ultima versione di AceBackup è prelevabile gratuitamente cliccando qui (4,9 MB circa).

<IMG SRC=”http://www.tincontro.it/images

Webmasters,
guadagnate soldi visualizzando dei banner contestuali


Upnews.it

DriverMax 4.1

 

DriverMax è uno strumento che permette di creare un backup di tutti i driver installati nel sistema in modo da poterli ripristinare velocemente in un secondo momento, magari a seguito di una formattazione. Grazie a questo software l’utente non sarà costretto più a dover ricercare tutti i Cd con i driver ricevuti al momento dell’acquisto del computer e ad installari uno per volta. L’esportazione può essere eseguita in una cartella oppure creando un unico file compresso. Il processo di reinstallazione richiede al massimo cinque minuti.

 

Compatibilità Windows 2000-Xp-Vista

Software house Innovative Solutions

Data inserimento 15 Giugno 2008

Licenza Freeware

Lingua Inglese

Dimensione file 3,08 Mb

Incredimail backup PRO 2.6

Incredimail backup PRO permette di creare copie di sicurezza di tutte le email e degli allegati ricevuti sul client Incredimail. Il software è in grado di rilevare ed estrarre tutti i file nel formato EML memorizzati nel sistema ed eseguirne un backup. Inoltre è possibile importare le email estratte in qualsiasi altro client di posta elettronica. Il restore dei file avviene in pochi passaggi ed in maniera facile e veloce. L’utente può decidere di creare un file compresso in modo da occupare meno spazio sul disco o di esportare la rubrica nel formato CVS compatibile con le applicazioni di posta elettronica Outlook.

Downloa QUI

Upnews.it

Comodo Backup


Backup: creare delle copie di sicurezza dei file del nostro PC

Hai fatto la copia di backup della relazione di lavoro che devi consegnare domani al tuo capo in ufficio? Ok, ho usato un termine difficile. Una copia di backup non è altro che un doppione dei tuoi documenti più importanti (in questo caso, la relazione di lavoro) salvati per motivi di sicurezza su di un altro supporto.

Detto in altre parole, se hai la relazione di lavoro salvata sul tuo portatile, fanne una copia su di una chiavetta USB o su di un CD-Rom per sicurezza. Così, se il tuo portatile dovesse subire una sciagura, hai ancora la tua relazione di lavoro salvata sulla chiavetta USB o sul CD-Rom.

Scopri come fare delle copie di backup dei file del tuo computer in modo facile e veloce con il programma gratuito Comodo Backup.

Backup(Foto Picasa Backup di trekkyandy)

Come scaricare ed installare Comodo Backup

Per scaricare Comodo Backup, vai su questo sito Internet e clicca sulla voce Download Comodo Backup 1.0.2.0 (i numeri di versione potrebbero cambiare con l’uscita di nuove versioni del programma).

Comodo Backup 1

Per avviare la procedura d’installazione, fai doppio click sul file scaricato (ComodoBackUp_Setup_1.0.2.0.exe), poi su Next ed infine su Yes per accettare la licenza d’uso del programma.

Comodo Backup 2

A questo punto, fai di nuovo click su Next per installare il programma. Al termine dell’installazione, premi Finish per chiudere la finestra di installazione e riavviare il PC.

Come creare una copia di backup di una cartella.Creare una copia di backup
dei propri file e´semplicissimo.Comodo Backup per aprirlo fai doppio click sull´icona.
Del desktop nella finestra principale del programma andiamo.Sul menu backup e selezioniamo la voce New Backup.

Backup

Nel campo di testo Backup Name dai un nome al backup. Per scegliere i file di cui creare una copia di sicurezza (un backup, appunto), fai click sul pulsante Add Item.

Comodo Backup

Nel menu che si apre, scegli la voce Add Folder per creare una copia di backup di una cartella oppure la voce Add My documents per creare una copia di backup della cartella Documenti.

Se scegli la voce Add Folder, nella finestra che si apre devi fare click sull’icona della cartella aperta, accanto alla voce Source Folder, selezionare la cartella di cui fare una copia di sicurezza e fare poi click sulla voce OK.



 

 

 

 Per scegliere dove salvare backup clicca sulla linguetta Destination se vuoi salvare la copia di backup, su di un disco fisso o una chiavetta Usb seleziona.
La voce Local disk network disk and so on Backup to e dopo aver fatto sopra.
L´icona della cartella aperta scegli nel menu, dove salvare la copia di Backup.

Comodo Backup

Se hai sul tuo computer un masterizzatore e vuoi invece salvare le copie di sicurezza dei tuoi file importanti direttamente su un CD/DVD, dal menu Backup to seleziona la voce CD-RW/DVD-RW Drive.

Backup con Comodo Backup

Per salvare il backup, fai click sul pulsante OK. Per eseguire subito la copia di backup, nella finestra principale del programma, fai click con tasto destro su di essa e seleziona Run Backup. Fai lo stesso ogni volta che vuoi creare la tua copia di backup.

Backup con Comodo Backup

 

BACKUP4ALL 3.4 BUILD 227

Un eccellente software che permette di creare archivi di backup dei nostri dati più importanti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Backup4All è uno dei migliori se non fosse che è in prova per 30 giorni)software per il backup dei propri dati più importanti. Questo programma è dotato di tutte le funzioni indispensabili per un software del suo genere.Backup4All si rivela un software davvero molto semplice da utilizzare, utilizza una procedura passo-passo (wizard) attraverso la quale guida l’utente verso la creazione delle proprie copie di backup permettendo anche ai meno esperti un immediato uso del programma. La speciale finestra delle Proprietà di Backup4All offre la possibilità, invece, di regolare tutte le funzioni più evolute.Backup4All permette di gestire archivi di backup multipli. Ciò significa che da un’unica finestra, mediante la stessa interfaccia, è possibile creare numerosi archivi di backup. Ad esempio, si può creare un archivio di backup dei documenti di lavoro, dei documenti della famiglia, delle proprie foto e così via. I vari archivi di backup possono essere addirittura suddivisi in gruppi: in questo modo si può, ad esempio, tenere separati i backup di materiale di lavoro, da quelli relativi a svago e divertimento.Una volta che l’archivio di backup è stato creato (seguendo la procedura illustrata a lato), è possibile visualizzarne il contenuto per mezzo di una struttura ad albero in perfetto stile Esplora risorse (menù View , Explore).Se, successivamente, si esegue di nuovo il backup delle cartelle e dei file cui fa riferimento un archivio di backup già creato con Backup4All, i piccoli pulsanti Show new files, Show unchanged files, Show modified files, Show excluded files e Show deleted files, permetteranno di visualizzare, rispettivamente, i file che sono stati aggiunti all’archivio di backup, quelli che non hanno subito modifiche rispetto alla precedente versione dell’archivio di backup, i file che sono stati modificati, i file che sono stati esclusi e quelli eliminati dall’archivio perché non più presenti sul disco fisso.Le regolazioni più importanti del programma sono però racchiuse all’interno della finestra delle proprietà: per accedervi è necessario selezionare l’archivio di backup del quale si desiderano visionare le impostazioni quindi cliccare sul menù View , Properties.I pulsanti General, Sources e Destination permettono di visualizzare quanto già inserito, in precedenza, in fase di creazione dell’archivio di backup (nome dell’archivio, gruppo, descrizione, cartelle e file sorgenti, cartella ove deve essere memorizzato l’archivio).Ipulsanti Filters, Scheduler e Advanced. Il primo consente di impostare dei filtri che permettano di escludere (o di includere) in modo automatico, all’interno dell’archivio di backup, file e cartelle che rispondono alle caratteristiche specificate.Scheduler offre la possibilità di pianificare l’esecuzione automatica del backup alla data ed all’ora indicate. Il pulsante Advanced permette di scegliere se usare il backup incrementale od effettuare ogni volta un backup completo e di selezionare il livello di compressione zip.
********************************************************************************
File Size Description Download Link
b4asetup.exe 7.24 MBytes Executable file clicca qui
b4asetup.rar 7.03 MBytes RAR archived file clicca qui
b4asetup.zip 7.21 MBytes ZIP archived file clicca qui
tex51 il 29.07.07 ore 12:09

Upnews.it

it/db/goto.cp?PRO=60963&ID=10252&SUB=> src=http://www.clickpoint.it/db/
load.cp?PRO=60963&ID=10252&SUB=
border=0>